AEROPORTI: FIUMICINO SUPERA I 30 MILIONI DI PASSEGGERI NEL 2006
Dall'agenzia di stampa "Prima"
Data: 19/01/07 16:30
La classifica degli aeroporti italiani, stilata da Assaeroporti sulla base dei dati di traffico 2006, mette al primo posto nell’ordine Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Milano Linate. In termini di unità di traffico, vale a dire tenendo conto del movimento passeggeri e delle merci, sale al 4° posto l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio.
Nel 2006 lo scalo di Fiumicino ha superato i 30 milioni di passeggeri (30.176.760) realizzando un incremento del 5,2% rispetto all’anno precedente. Bene anche Malpensa (+ 10,9%) che oltrepassa il tetto dei 20 milioni raggiungendo quota 21.767.267. Su questo stesso scalo le merci sono state movimentate 410.128 tonnellate di merci (+ 8,9%). A Linate sono transitati 9.696.515 passeggeri (+ 6,7% rispetto al 2005). L’aeroporto di Bergamo Orio al Serio, con 5.244.794 passeggeri fa registrare l’incremento più elevato (+ 20,4%) fra gli scali nazionali di prima fascia, e con l’aggiunta delle merci (140.630 tonnellate) somma un totale di 6.651.096 unità di traffico, sopravanzando di 41.996 unità Venezia, che continua a vantare una quota superiore di passeggeri (6.342.178) ma inferiore di merci (26.692 tonnellate nel 2006). Appena sopra Bergamo in termini di passeggeri anche Catania, quinto con 5.396.380. Alle spalle dello scalo orobico (6° nella classifica riferita ai soli passeggeri) si collocano Napoli Capodichino con 5.095.969 passeggeri (+ 11,1%) e Roma Ciampino con 4.945.066 (+ 16,8%). Seguono Bologna (4.001.436), Torino (3.260.974), Pisa 3.014.656 (altro scalo che risente dell’effetto low cost con una crescita del 29,1%) e Verona (3.007.965).
Complessivamente nel 2006 negli aeroporti italiani sono transitati 116.255.638 passeggeri (+ 8,8% rispetto al 2005).

TRASPORTI: TUIFLY, LASCIA MALPENSA PER ORIO AL SERIO
dall'agenzia di stampa ANSA
Data: 19/01/07

TUIfly, compagnia low cost tedesca del gruppo TUI, nata dall'integrazione tra Hapag-Lloyd Express e Hapagfly, sposta la base 'milanese' da Malpensa a Orio al Serio.
A partire dal 25 Marzo, con l'inizio del nuovo orario estivo, l'aeroporto di riferimento in Lombardia per la compagnia non sarà più' Milano Malpensa ma Orio al Serio (Bergamo).
''La scelta del cambiamento è dovuta principalmente al bacino d'utenza. L'area servita dall'aeroporto di Milano Orio al Serio risulta più strategica, spiega in una nota Letizia Orsini, country manager TUIfly Italia, coprendo tutta la Lombardia, parte del Veneto e dell'Emilia Romagna''.
 
AEROPORTO BERGAMO ORIO AL SERIO: PASSEGGERI + 20,4% NEL 2006
Dall'agenzia di stampa "Prima"

L’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio chiude il 2006 con un consuntivo di 5.244.794 passeggeri, che corrisponde ad un incremento del 20,4% rispetto al dato registrato nel 2005. Il risultato, in linea con le previsioni formulate all’inizio dello scorso anno, premia la politica aziendale di Sacbo, che ha scelto di privilegiare il movimento passeggeri, concentrato nella fascia diurna e serale, mantenendo gli attuali quantitativi delle merci aeree e limitando l’attività a soli due operatori courier con contestuale garanzia dei livelli occupazionali. L’aumento del numero di passeggeri, a cui ha contribuito l’elevato coefficiente di load factor, si è interamente concentrato sui voli di linea, i cui movimenti sono cresciuti in misura del 19,2%. Nel 2006 il movimento complessivo degli aeromobili ha toccato quota 53.741, ma l’incremento risulta più contenuto (+ 9,6% rispetto al 2005) per effetto della diminuzione dei voli courier.

Nel mese di dicembre 2006 i passeggeri in transito in aerostazione sono stati 408.669 (+ 17,6% rispetto a dicembre 2005), mentre le merci movimentate hanno subito un calo del 7,4% confermando la tendenza a privilegiare quelle con origine e destinazione locali. In generale l’impiego di aeromobili wide body di ultima generazione, a fronte del numero inferiore di voli courier, consente di sfruttare la maggiore capacità di carico. Questa strategia operativa ha consentito di movimentare nel 2006 poco meno di 140mila tonnellate (139.528) contro le 135.092 del 2005 (+ 3,3%), pure in presenza di una diminuzione del 2,1% dei corrispettivi voli.

Nel frattempo Sacbo, in concorso con gli operatori courier Dhl e Ups, ha adottato misure atte a contenere i movimenti nelle ore notturne nel quadro delle azioni finalizzate alla mitigazione del rumore.